Site Overlay

I picchi nelle grandi transazioni Bitcoin suggeriscono l’accumulo istituzionale

Ci sono prove che suggeriscono un aumento degli acquisti tra gli investitori istituzionali.

Già quest’anno, due grandi nomi del mondo della finanza hanno ammesso di detenere BTC come copertura contro l’inflazione.

Il Trust Project è un consorzio internazionale di organizzazioni giornalistiche che costruisce standard di trasparenza.

BTC Bitcoin Accumulare

I dati a catena mostrano che i maggiori operatori del mercato Bitcoin sono diventati più attivi dopo il crollo dei prezzi del marzo 2020 e durante i periodi di consolidamento dei prezzi di quest’estate. Questo può suggerire un modello di accumulo da parte delle „balene“ e/o delle istituzioni.

Chiunque abbia seguito lo spazio di cripto-valuta negli ultimi anni, molto probabilmente avrà familiarità con la riverenza che il settore ha per l’investitore istituzionale. La credenza popolare è che una volta che i più grandi gestori di denaro del pianeta entrano nel mercato della crittovaluta, la pressione di acquisto che essi creano gonfierà rapidamente i prezzi dei beni digitali su tutta la linea.

Già quest’anno, una serie di interessi di alto profilo hanno ammesso di detenere Bitcoin come copertura contro l’inflazione. Tra questi, il leggendario gestore di hedge fund Paul Tudor Jones e la società di analisi aziendale Microstrategy, quotata al NASDAQ.

 

Bitcoin Recessione BTC

Le istituzioni stanno davvero accumulando Bitcoin?
Un recente rapporto di OKEx Insights, utilizzando i dati on-chain forniti da Catallact, ha analizzato le maggiori transazioni Bitcoin per trarre conclusioni sull’attività istituzionale del mercato BTC. Due importanti picchi nel numero di grandi transazioni, in particolare, portano gli autori a concludere che gli investitori istituzionali potrebbero accumulare Bitcoin.

 

Il rapporto osserva che le transazioni al dettaglio più piccole (0 a 1 BTC), tracciano liberamente il prezzo del Bitcoin – quando il Bitcoin pompa, si verificano più transazioni al dettaglio.

Al contrario, nei casi di forti diminuzioni a marzo 2020, c’è stato un calo nel numero di piccole transazioni. Il rapporto suggerisce che gli investitori al dettaglio hanno adottato un approccio „attendista“ quando BTC è crollata a seguito del crollo del mercato globale causato dall’inizio della pandemia COVID-19. Un modello simile è emerso quando i prezzi di BTC sono tornati al livello di 10.000 dollari circa al momento del suo terzo dimezzamento.

 

Dimezzamento Bitcoin

Quando si analizzano le transazioni Bitcoin più grandi, emerge un modello diverso. In concomitanza con il crash di marzo, le transazioni di 100-1.000 BTC sono improvvisamente aumentate. Un aumento simile si è verificato anche nel numero di transazioni tra 1.000-5.000 BTC.

La maggior parte di queste grandi transazioni è avvenuta intorno al periodo dell’ultimo dimezzamento dello scorso maggio. Da allora, c’è stata una graduale tendenza al rialzo delle cifre.

Infine, mentre le transazioni di 5.000-10.000 BTC non hanno visto lo stesso incremento intorno al crollo di marzo, ci sono stati numerosi picchi di attività tra metà maggio e metà luglio.

OKEx Insights riconosce che i dati non sono perfetti. Non tiene conto della natura delle transazioni (acquisti o vendite), se la più grande di queste transazioni è semplicemente lo scambio di fondi in movimento tra portafogli o se si tratta di attori istituzionali. Inoltre, non tiene conto dei dati successivi all’inizio di agosto 2020.

I dati in linea supportano gli sviluppi esterni
Con i suddetti avvertimenti, il rapporto OKEx fa attenzione a notare che le sue conclusioni sono solo speculative. Tuttavia, presenta il caso che i picchi nelle transazioni più grandi possono effettivamente essere la prova di un accumulo istituzionale.

Ciò confermerebbe i recenti annunci di Paul Tudor Jones e MicroStrategy. Entrambi hanno dichiarato pubblicamente che all’inizio di quest’anno stavano accumulando Bitcoin come copertura contro il gonfiaggio delle monete fiat.

 

Paul Tudor Jones Bitcoin BTC

Gli sforzi di stimolo del Coronavirus hanno portato alla più prolifica creazione di monete fiat che il mondo abbia mai visto. Questa offerta in rapido aumento creerà sicuramente una pressione sul potere d’acquisto delle valute emesse dal governo.

Jones ha detto ai lettori della sua newsletter a maggio che Bitcoin ha rappresentato la nascita di un nuovo negozio di valore. Confrontando il patrimonio con l’oro, ha ammesso di detenere uno-due per cento del suo patrimonio netto in BTC.

Più tardi, in agosto, BeInCrypto ha riportato l’acquisto di 250 milioni di dollari di Bitcoin da parte di Microstrategy. Come Jones, l’amministratore delegato della società Michael J Saylor ha fatto un parallelo con l’oro quando ha spiegato la decisione di assegnare il capitale a BTC.